Roma, 17 Settembre 2019  
HOME
Marco Causi

Professore di Economia industriale e di Economia applicata, Dipartimento di Economia, Università degli Studi Roma Tre.
Deputato dal 2008 al 2018.

La soluzione più conveniente non è sempre quella liberistica del lasciar fare e del lasciar passare, potendo invece essere, caso per caso, di sorveglianza o diretto esercizio statale o comunale o altro ancora. Di fronte ai problemi concreti, l´economista non può essere mai né liberista né interventista, né socialista ad ogni costo.
Luigi Einaudi
 



24/09/2014 M.Causi
Rientro capitali: Causi, attenti a definizione autoriciclaggio

Rientro capitali:Causi,attenti a definizione autoriciclaggio
Si tenga conto nostro lavoro. Obiettivo ok prima di L.Stabilita´
  

(ANSA) - ROMA, 24 SET - Bisogna fare "attenzione" alla
definizione che si dara´ del reato di autoriciclaggio, e il
governo dovrebbe "tenere conto del lavoro svolto dal Parlamento,
dalla commissione Finanze e dalla commissione Giustizia". Cosi´
il capogruppo Pd in commissione Finanze Marco Causi,
sottolineando che, nonostante il nuovo rinvio alla prossima
settimana, l´obiettivo resta quello di arrivare a un primo ok
dell´Aula della Camera al progetto di legge sul rientro dei
capitali "prima della sessione di bilancio", cioe´ prima che il
Parlamento sia impegnato con la legge di stabilita´.
   Quale che sia la versione definitiva del reato di
autoriciclaggio, la maggioranza, ha assicurato Causi, "è pronta a
sostenere il testo del governo". Ma bisogna fare attenzione,
perche´ la definizione del reato contenuto nel ddl Orlando, cosi´
come emerso da indiscrezioni di stampa, "mentre per un verso ne
restringe la portata, per l´altro la allarga". Secondo le
indiscrezioni (il ddl infatti non e´ ancora stato trasmesso alle
Camere, ndr) la norma elaborata dal ministero della Giustizia
avrebbe previsto la punibilita´ solo per i reati che superano i
cinque anni di pena (e dunque avrebbe un effetto di minor traino
per quanto riguarda la voluntary disclosure). Ma dall´altro lato
utilizza la parola ´impiega in attivita´ economiche e
finanziarie´ i capitali, prefigurando quindi una punibilita´
allargata "alla disponibilita´ delle somme e non a un concreto
atteggiamento volto ad occultarle", spiega ancora il deputato
Pd. Va insomma chiarito meglio, cosi´ come peraltro chiedeva nel
suo parere la commissione Giustizia della Camera, che non e´
punibile chi destina il denaro a utilizzo personale (questo per
evitare, per esempio, che chi commette un furto e con i soldi
compra un´auto, venga punito anche per autoriciclaggio).
   Per Causi e´ comunque un bene la scelta di introdurre il nuovo
reato con il rientro dei capitali perche´ si tratta "di un
importante segnale politico" anche alla luce della firma della
convenzione Ocse sulla fine del segreto bancario. E´ importante
"che i paesi offrano un percorso di aggiustamento ordinato" per
chi ha capitali nascosti. (ANSA).

 

<< INDIETRO
 
agenda 
in parlamento 
rassegna stampa 
contatti 
link 
liberi scambi 
roma 
saggi e scritti 
biografia 

cerca nel sito


 
Copyright © 2019 Marco Causi - Privacy Policy - made in Bycam